Le meraviglie della metropolitana di Mosca

La metropolitana di Mosca è il quinto sistema di metropolitana più frequentato al mondo, estendendosi per quasi tutta la capitale russa. Sono ben 206 le sue stazioni, 44 delle quali considerate patrimonio culturale.

Se vi trovate a Mosca per vacanza, sicuramente non potete esimervi dall’ammirare lo splendore di queste stazioni, che mostrano lo sforzo incredibile del governo sovietico per propagandare l’efficienza del comunismo. Molte stazioni sono state dismesse, altre hanno cambiato nome anche più di una volta, per cui se volete ripercorrere tutta la storia della metropolitana, non vi rimane che visitare il Museo pubblico della metropolitana di Mosca.

La prima linea della metropolitana fu inaugurata nel 1935 e percorreva il tratto Sokol’niki-Park Kul’tury, con una diramazione verso Smolenskaja. Apparve chiaro fin dall’inizio la maestosità di questa grande opera ingegneristica e architettonica. La metropolitana fu costruita anche a scopo di propaganda comunista, in un momento in cui il capitalismo sembrava mortalmente ferito dalla grande depressione.

Allestita con stazioni dotate di eleganti colonne di marmo e soffitti rifiniti, la nuova metropolitana di Mosca sembrava rappresentare il glorioso futuro del sistema sovietico.

Stazopne di Prospekt Mira

Sappiamo poi quello che cosa è successo, ma il progressivo crollo dell’Unione Sovietica non ha minimamente intaccato la bellezza della metropolitana di Mosca, che ha continuato a crescere. Il design sfarzoso delle stazioni è cresciuto negli anni, per includere lampadari e opere d’arte, rendono tutto il sistema un’attrazione indipendente dal suo ruolo.

Il museo della metropolitana di Mosca

Come dicevamo, è possibile visitare un museo che ripercorre la storia di questo straordinario esempio di pianificazione urbanistica e di estetica socialista.

Il museo si trova nel settore meridionale della stazione di Sportivnaya, anche se attualmente la mostra è stata temporaneamente spostata nella stazione di Vystavochnaya, al di sotto di un grande centro commerciale.

Museo della metropolitana di Mosca nella stazione di Sportivnaya

All’interno del museo vi sono delle fotografie che mostrano le costruzioni delle varie stazioni e ferrovie, l’inaugurazione dell’intero sistema, immagini che documentato l’utilizzo che venne fatto dei tunnel per dare rifugio ai Moscoviti durante l’ultima guerra e tutti gli altri aspetti legati alla storia della metropolitana.

Treno storico espostoOltre alla fotografie, il museo espone anche attrezzature reali. tra cui diversi tipi di tracce e cablaggi, tornelli, gettoni, uniformi, una scala mobile in miniatura e anche una sezione di una locomotiva.

Potrete spingere pulsanti e abbassare leve in una vera cabina da conducente o coordinare il traffico ferroviario sedendovi ad una vera stazione di controllo.

C’è anche una mostra con i dettagli su ogni tipo di treno utilizzato e fotografie di altri sistemi metropolitani in tutta Europa.

Le stazioni più belle di Mosca

Ma indubbiamente l’intero sistema della metropolitana di Mosca è un museo a cielo aperto, anche si trova nel sottosuolo. La stazione più profonda è Park Pobedy a 84 metri, con scale mobili alte ben 126,8 metri. Solamente la stazione Admiralteyskaya di San Pietroburgo è più profonda, arrivando a 86 metri. Indubbiamente tale profondità è uno dei motivi che spinse i cittadini di Mosca considerare la loro metropolitana come rifugio antiaereo, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ma oltre ad essere un gioiello in termini di ingegneria ed efficienza, la metro di Mosca è un vero e proprio museo. La stazione più bella è sicuramente Majakovskaja inaugurata nel 1938. La galleria è rivestita in granito e acciaio inossidabile, mentre le volte sono decorate da mosaici bellissimi.

Stazione di Mayakovskaya

Spostiamoci nella stazione di Komsomolskaya dove è possibile ammirare un soffitto in stile barocco, ornato da motivi floreali e mosaici dedicati ai più grandi eroi della storia militare russa, tra cui Pietro il Grande, Dmitry Donskoy e Aleksandr Suvorov.

Stazione di Komsomolskaya
Stazione di Komsomolskaya

Bellissima anche la stazione di Novoslobodskaya, dove 32 vetrate realizzate dagli artisti E. Veylandan, E. Krests e M. Ryskin illuminano il locale con la luce proveniente dall’esterno. I piloni e gli archi sono ricoperti di marmo rosa, proveniente dagli Urali e alla fine della banchina troviamo un mosaico di Pavel Korin intitolato “pace nel mondo”.

Stazione di Novoslobodskaya
Stazione di Novoslobodskaya

Nella stazione di Ploschad Revolyutsii, la Piazza della Rivoluzione nel centro della capitale russa, c’è la statua del cagnolino del soldato di frontiera, facente parte di altre 76 sculture di bronzo dedicate agli eroi sovietici della rivoluzione. Una credenza popolare ci dice che accarezzare il naso del cagnolino porti fortuna. Una tradizione che accompagna tutti gli studenti universitari prima di affrontare un esame.

Stazione di Ploschad Revolyutsii

Se vi prende un improvviso attacco di fame o di sete, sappiate che in nessuna stazione di Mosca troverete distributori automatici di bevande e snacks. Però, potete arrivare alla stazione Arbatskaya della linea blu, dove c’è una mensa aziendale rivolta al personale della metropolitana, ma aperta anche al pubblico. Si tratta di uno spazio molto piccolo ma accogliente, addirittura troverete una riproduzione della Gioconda appesa alla parete. Non vi aspettate chissà che dal menu, troverete il riso, un piatto di pasta, uova sode, insalata e cavoli.

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento