Visitare l’Area 51, la base militare più segreta del mondo

Nascosta tra un anello di montagne, nell’alto deserto del Nevada, si trova l’Area 51, un’installazione militare segreta che fa parte della Nellis Air Force Base.

Ben conosciuta per il suo ruolo chiave nelle teorie complottistiche, l’Area 51 ha funzionato come struttura per test militari fin dagli anni 50. Originariamente conosciuto come Site II o The Ranch, in questa base misteriosa la Lockheed ha creato i primi aerei spia U2. Sempre qui sono stati progettati arei come l’SR-71 Blackbird, l’A-12 (o OXCART, che probabilmente ha ispirato i molti avvistamenti UFO) e l’F-117 Nighthawk.

Per decenni, l’Area 51 ha attirato visitatori da tutto il mondo, determinati a scoprire i segreti custoditi nella base. In tanti si sono appostati nei dintorni con potenti teleobiettivi speranzosi di fotografare alieni, ufo e chissà cosa altro.

Ovviamente i curiosi non possono avvicinarsi più di tanto, in quanto il perimetro attorno alla base è costantemente sorvegliato da numerose guardie armate con fucili M16, autorizzate a sparare se qualcuno non desiste dall’intenzione di forzare la zona interdetta. Non si sono mai verificati eventi mortali, ma sicuramente si tratta di un ottimo deterrente. Di solito, quando le guardie sorprendono qualche curioso, avvisano la polizia locale che li prende in custodia. La pena è 600 dollari di multa per coloro che si avvicinano troppo alla base.

Fino a qualche anno fa non c’erano immagini affidabili sulla natura della base e ovviamente non era segnalata in nessuna mappa. Con lo sviluppo della rete satellitare è stato possibile acquisite immagini ad alta risoluzione, e anche una qualsiasi casalinga di Voghera può digitare le coordinate dell’Area 51 su Google Maps (37°14′06″N 115°48′40″W) e togliersi lo sfizio.

Extraterrestral Highway

Il fascino dell’Area 51 si è notevolmente ridotto anche quando il Nevada ha cominciato ad intuire il potenziale turistico della base, rinominando l’autostrada adiacente come Autostrada Extraterrestre.

Le vicine cittadine hanno aperto tutta una serie di attività commerciali a tema. Facendo un giro nei dintorni non sarà difficile trovare una maglietta con l’immagine di un alieno o trovare un albergo in chiave extraterrestre. Ad esempio potreste dormire in un motel chiamato Little A’Le’Inn.

The Little Ale'innTuttavia la base continua a essere il centro delle terre di cospirazione. Si dice che in seguito all’incidente di Roswell, quando una navicella extraterrestre si schiantò nel deserto, i corpi dei marziani e i resti del veicolo furono portati all’interno dell’Area 51.

Qui vennero studiati per replicare la tecnologia aliena e i numerosi avvistamenti ne sarebbero la prova.

Si dice anche che nei sotterranei è stata costruita una ferrovia transcontinentale e naturalmente un laboratorio segreto in cui gli alieni lavorano a braccetto con il governo americano.

Tutte teorie affascinanti ma molto lontane dalla realtà. Nell’Area 51 vengono sicuramente condotti test militari, ma molto più realistici. Poi oh, magari è tutto vero e presto gli alieni attaccheranno la Terra, come in Indipendence Day.

Come visitare l’Area 51? Come detto non è assolutamente possibile. Ci possiamo avvicinare fino alla zona interdetta, raggiungendo Rachel, una cittadina che conta ben 98 abitanti. Da cui proseguiamo in direzione della base, seguendo le indicazioni e percorrendo 9 km di strade sterrate e tortuose. Arriveremo fino al posto di guardia, eretto in mezzo al nulla. Qui troverete i cartelli che vi intimano di non andare oltre. Fatevi le foto di rito e tornate indietro!

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento