I ristoranti più particolari di Roma

Oltre per il turismo classico, incentrato sulle grandi città culturali e le bellissime spiagge della Sardegna o del Salento, l’Italia è protagonista assoluta del turismo gastronomico.

Non a caso, il New York Times, qualche anno fa, ha eletto Roma come capitale dell’enogastronomia. Se volete mangiare a Roma, i ristoranti tipici dove andare a mangiare sono veramente tanti.

Potreste andare a Trastevere e ordinare una classica coda alla vaccinara o i famosissimi saltimbocca alla romana. Oppure arrivare fino a Fiumicino e fare una bella mangiata di pesce. O ancora, immergersi nella storia del Portico d’Ottavia e assaggiare i carciofi alla giudia e altre specialità della cucina ebraica.

Ma queste sono mete per i turisti tradizionali, a noi che piacciono i viaggi strani stanno un pò stretti… Vogliamo qualcosa di più particolare… E allora, ecco a voi la lista dei 10 ristoranti più strani di Roma.

Il bosco delle fate

bosco delle fate

Non siamo proprio a Roma, ma ai Castelli più precisamente a Marino, famosissima per la sagra del buon vino. Qui troveremo il bosco delle fate, un locale con ambientazione fantasy e una bellissima vista sul lago di Albano.

Vi sembrerà di essere caduti dentro una favola, circondati da elfi, fate e paesaggi incantati.

Indirizzo: Vicolo S. Antonio, 5, 00047 Marino RM

Ristoaereo

Ristoaereo

Sempre alle porte di Roma, questa volta a Fiumicino, troviamo il Ristoaereo. Un’idea geniale per fare una cena diversa dal solito.

Si tratta di un vero aereo, un Convair Metropolitan 440 costruito nel 1957 a San Diego, in California. Per alcuni anni è stato al servizio di Alitalia per poi essere ceduto all’Aeronautica Militare italiana, dove fu usato esclusivamente per i viaggi presidenziali.

All’interno dell’aereo c’è anche un privè per le occasioni speciali, dove è stato collocato il divano originale dove si sono seduti Gronchi, Saragat e Segni.

Indirizzo: Via Trincea delle Frasche, 90, 00054 Fiumicino RM

Ristotram

ristotram

Mangiare sul tram? Non stiamo dipingendo la quotidianità di un pendolare, ma una delle soluzioni enogastronomiche più particolari di Roma. Si può prenotare un solo tavolo o addirittura tutto il tram che compiere un tragitto da Porta Maggiore fino al Colosseo. Qui si sosterà per un paio d’ore e si potrà consumare la cena. Dopodiché si ritornerà al punto di partenza, passando per Circo Massimo, Piramide Cestia e la stazione Ostiense.

Durante il tragitto, una guida spiegherà a tutti i partecipanti, i numerosi monumenti che si ammireranno dai finestrini.

Il costo per questa serata particolare è di 60 € a persona, comprensivo di cena, biglietto per il tram, assicurazione e guida turistica.

Indirizzo: Piazza Di Porta Maggiore, 00185 Roma

Il Fungo

Il Fungo Eur Roma

Siamo all’Eur, il quartiere progettato nel 1937 in occasione dell’Esposizione Universale del 42. Tra le tante opere moderne che troviamo in questa zona, c’è Il Fungo, chiamato in questo modo per la sua particolare struttura

L’ingresso angusto e anonimo lasciano qualche perplessità, ma una volta arrivati al quattordicesimo piano tutto cambia: una splendida vista su Roma, luci soffuse e una piacevole musica di sottofondo.

Chi ha visto la serie Romanzo Criminale se lo ricorderà in una delle ultime puntate della seconda stagione, quando Dandi a pranzo con zio Carlo si domanda se abbia fatto un buon affare ad acquistare quel locale.

Indirizzo: Piazza Pakistan, 1, 00144 Roma

 

Cencio La Parolaccia

Cencio la parolaccia

Se siete particolarmente permalosi, allora evitate questo storico locale di Roma. Molto probabilmente lo avrete già visto in alcuni film, come ad esempio “Fracchia la belva umana”, quando Lino Banfi nei panni del commissario Auricchio si travestiva da cameriere per tendere una trappola al pericoloso criminale.

A dire il vero, l’ambientazione di quel film non è molto fedele alla realtà. Il locale si trova a Trastevere, più precisamente a Vicolo del Cinque. Si mangerà il classico menù della cucina romana mentre lo spettacolo vero e proprio, lo farà un animatore molto romano. Per tutta la serata vi delizierà con parolacce e stornelli con tanto di chitarra, ma anche i camerieri non disdegneranno d’insultarvi tra una portata e l’altra.

Indirizzo: Vicolo del Cinque, 3, 00153 Roma

Bosco degli elfi

bosco degli efli

Nel quartiere Tuscolano, uno dei più caotici di Roma, troviamo un ristorante molto particolare con un’atmosfera da favola. Con gli anni si è trasformato nel classico locale trasversale, offre dall’aperitivo alla cena, ma comunque ha mantenuto la sua atmosfera fiabesca.

I tavoli sono circondati da alberi e rami pendenti molto realistici e si ha l’impressione di essere veramente all’interno di un bosco incantato, grazie anche alla illuminazione suggestiva affidata a delle candele.

Indirizzo: Via Tuscolana, 822, 00174 Roma

L’albero cocciuto

albero cocciuto

Siamo sempre in zona Tuscolana e anche in questo caso sono gli alberi i protagonisti. L’albero cocciuto è un ristorantino molto intimo, con un piccolo albero al suo interno, candele sui tavoli e pareti decorate con pietre a vista.

Il menù è molto vario, ma vi consiglio di provare la pinsa romana, una variante della pizza classica ma con un impasto più leggero e digeribile.

Indirizzo: Viale Appio Claudio, 221, 00174 Roma

Buddha Smile

buddha smile

Adiacente all’Università di Tor Vergata, troveremo il Buddha smile, un locale molto accogliente, metà dei giovani romani. La particolarità del locale è una mescolanza di stile moderno e la magia dell’Estremo Oriente. All’interno vi sono due grandi sale, arredate con divanetti, tavolini e letti a baldacchino. Molto suggestiva l’illuminazione soffusa, con delle candele sparse ovunque.

Ovviamente il Buddha è protagonista e troveremo numerose raffigurazioni in tutte le zone del locale.

Indirizzo: Via di Passo Lombardo, 262, Roma

Tam Tam

tam tam

Continuiamo con le stranezze della ristorazione romana e arriviamo al Pigneto, dove c’è il Tam Tam, un pub immerso nella giungla.

Se volete entrare non avete altra alternativa di scendere dallo scivolo di un tubo chiuso che sfocia su dei comodi cuscini. Il locale è molto ampio, pieno di foglie, alberi, arredamento in legno e animali esotici.

Indirizzo: Via Attilio Mori, 9-11, 00176 Roma

La legenda di Avalon

la leggenda di avalon

Per gli amanti della birra e delle ambientazioni medievali, non c’è niente di meglio che La leggenda di Avalon, un ristopub situato a pochi passi da San Giovanni.

Già all’ingresso si possono ammirare armature, scudi e stendardi ma l’interno vi lascerà veramente a bocca aperta. Tutto è curato nei minimi dettagli, dai tavoli ovviamente in legno, alle pareti e soffitti decorati con una finta muratura in perfetto stile medievale.

Anche il personale del locale contribuisce ad arricchire l’esperienza, indossando abiti da cavalieri, giullari e crociati.

Il menù è composto da piatti con i nomi che rievocano quel tempo che fu, quindi fatevi consigliare per sapere che cosa andrete a mangiare.

Indirizzo: Via Terni, 21/25, 00182 Roma

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento