Organizzare un viaggio in auto

Pianificare un viaggio in macchina può sembrare una cosa da nulla per chi è abituato a farlo, ma non lo è per chi si approccia per la prima volta a questo tipo di esperienza.

Certamente si tratta del sistema più comodo per viaggiare, visto che permette una grande flessibilità con le soste e improvvisi cambiamenti di programma.

Prima di passare agli aspetti pratici, avete valutato bene i vostri compagni di viaggio? È sempre meglio viaggiare con persone che abbiano le nostre stesse attitudini, altrimenti si fa molta fatica a condividere uno spazio così piccolo come l’abitacolo di una macchina.

Di cosa abbiamo bisogno per fare un viaggio in macchina senza imprevisti? Ovviamente serve un’automobile… Se non ne possediamo una, possiamo affittarla attraverso portali come Rental Cars che confrontano i prezzi delle diverse aziende di autonoleggio. Con questo sistema possiamo fare la scelta migliore in base al tipo d’itinerario e alla nostra disponibilità economica.

Il consiglio è di non scegliere la macchina solo in base al prezzo più basso. Se si viaggia in cinque non è molto comodo scegliere una Smart e tenere le valigie sulle gambe. Valutiamo la macchina anche in base al tipo di strada che ci troveremo ad affrontare.

Meglio spendere qualcosa in più anche per l’assicurazione, piuttosto che svenarsi per ripagare i danni. Prima di partire rechiamoci presso un meccanico di fiducia e facciamo fare un controllo approfondito all’auto. Fate controllare sempre l’olio, la pressione delle gomme, l’acqua del serbatoio e tutti i controlli di routine. Inoltre, accertatevi che anche la ruota di scorta sia in perfette condizioni.

Pianificare percorsi e luoghi di sosta

Una volta risolto il problema della macchina, dobbiamo informarci circa la presenza delle stazioni di servizio. In diverse località, fuori dalle grandi città, non si vedono stazioni di rifornimento per centinaia di chilometri. Sarebbe una bella seccatura rimanere senza benzina in mezzo al nulla…

Ma gli imprevisti possono sempre capitare, per cui segniamoci tutti i numeri utili: polizia, soccorso stradale, pronto intervento. Se poi siamo diretti in un paese straniero, potrebbe servire anche il numero del Consolato o dell’Ambasciata.

Calcolate anche le distanze, in modo da suddividere i tragitti in base al tempo a disposizione ed evitare tour de force. Informatevi su blog e forum, oltre che su Google Maps. A tal proposito, anche se ormai siamo abituati ad usare il GPS, potremmo trovarci in alcune zone che il satellite non riesce a raggiungere. Per cui è una buona idea portare con se una mappa stradale e vivere l’esperienza come un’avventura, invece che rovinarsi il fegato e imprecare contro le diavolerie tecnlogiche.

Pianificare il tragitto è indispensabile per raggiungere tutte le località di maggiore interesse. Se vogliamo evitare di perdere tempo, bisogna conoscere preventivamente le strade da prendere, la collocazione degli hotels, i luoghi da visitare assolutamente, e via dicendo.

Se invece siete amanti dell’avventura, allora lasciate fare al caso e affidatevi ai consigli degli abitanti del luogo. Chiedete a loro quali sono i luoghi da vedere assolutamente e i locali migliori per mangiare.

Eh si, perché durante il viaggio si dovrà inevitabilmente mettere qualcosa sotto i denti. Ma se il prossimo ristorante si trova a cento km di distanza, meglio avere con se una borsa termica equipaggiata con panini, frutta e biscotti. Prima di partire facciamo la spesa al supermercato e compriamo tutto il necessario. Senza dimenticarsi dell’acqua!!!

Capitolo musica, che viaggio sarebbe senza un’adeguata colonna sonora?! E qui torniamo al discorso dei compagni di viaggio. Non è bello isolarsi con le cuffiette, molto meglio cantare tutti insieme, ma ovviamente bisogna condividere i gusti musicali. Scegliete tutti insieme la vostra playlist su Spotify e dateci dentro a squarciagola.

Teniamo sotto controllo le spese

Un viaggio in macchina può rivelarsi molto caro, per cui è meglio monitorare le spese e stabilire dal principio, la ripartizione dei costi con i compagni di viaggio, creando anche un fondo cassa, dove attingere per pagare la benzina, i pedaggi e tutto quel serve al gruppo.

Pedaggio Autostrade

Occhio al clima

Informatevi sul clima che troverete, ma meglio prevenire ogni condizione atmosferica. Se siete diretti in montagna, oltre alle catene, vi suggerisco di portare in auto un plaid oppure una coperta di lana. Possibilmente ad una piazza, per non riempire troppo il portabagagli.

Portate anche un impermeabile tascabile, nel caso si dovesse cambiare una ruota forata mentre fuori diluvia. Se siamo in piena estate allora dovremo usare l’aria condizionata. Oltre a controllare i livelli del liquido refrigerante, ricordiamoci di portare un arbre magique, per coprire l’odore di chiuso e l’eventuale puzza di sudore, nostra o dei nostri amici.

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento