Malattie dei viaggiatori, quali sono e come difendersi

Quando si parte per la tanto agognata vacanza, l’ultima cosa che si desidera è ammalarsi o avere un’emergenza medica mentre si è lontani da casa. Non tutte le malattie da viaggio possono essere prevenute, ma per molte di esse esiste il vaccino o comunque possono essere facilmente trattate, se si riconoscono i sintomi e ci si prepara prima del tempo.

Recarsi in un luogo ad alto rischio senza essersi prima vaccinati è estremamente stupido, ma sempre più persone lo fanno, non preoccupandosi minimamente delle conseguenze. E infatti i dati del Ministero della Salute mostrano un picco di malattie esotiche tra i viaggiatori italiani che fanno ritorno a casa.

Nel nostro piccolo cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulle malattie da viaggio più comuni. Sia che stia facendo un viaggio dall’altra parte del mondo o una veloce gita in montagna, ecco tutto quello che c’è da sapere per evitare di passare più tempo a letto ammalati che a visitare le attrazioni turistiche.

Diarrea del viaggiatore

Carta igienica

La diarrea del viaggiatore è la malattia da viaggio più comune, colpendo ogni anno dal 20 al 50% dei viaggiatori internazionali. Le nazioni in via di sviluppo in Asia, America Latina, Medio Oriente e Africa sono le più a rischio.

Evitate la carne cruda o poco cotta. Stesso discorso per il pesce, mentre per verdura e frutta bisogna sempre rimuovere la buccia. Bevete solo acqua in bottiglia, ma attenzione per molto spesso i venditori sono soliti riempire le bottiglie con acqua locale. Assicuratevi quindi che la bottiglia sia sigillata e l’etichetta ben visibile. È preferibile scegliere l’acqua effervescente perché più difficile da contraffare.

Parlate con il vostro medico circa gli antibiotici da usare nel caso si si prenda questa malattia durante il viaggio.

Jet lag

Ragazzo tenta di dormire in aereoAnche se il jet lag non è una vera e propria malattia può comunque lasciarci svuotati e stanchi. Atterrare in un paese con un fuso orario diverso può sconvolgere il nostro orologio biologico.

Fare un piccolo sonnellino appena arrivati a destinazione, può aiutarci a sentirci bene nel breve periodo ma al contempo ritarda ulteriormente l’adattamento al nuovo fuso orario.

Molto meglio bere molti liquidi e cercare la luce solare, in modo da ripristinare velocemente i ritmi circadiani.

Influenza

La soluzione migliore è sicuramente il vaccino ma bisogna farlo per tempo perché ci vogliono circa due settimane per adeguare il nostro sistema immunitario. Importante anche le prevenzione per cui una volta a destinazione, lavatevi spesso le mani soprattutto se si viaggia su mezzi di trasporto molto affollati.

Portate sempre in valigia dei farmaci antinfluenzali come paracetamolo o ibuprofene, utili per alleviare febbre, dolori muscolari o altri sintomi influenzali. Bevete anche molto liquidi e se poi vi sentite troppo male, bisogna ricorrere alle cure mediche

Mal di montagna

Scalare una montagna troppo in fretta può causare il mal di altitudine. Questo fatto è dovuto ai livelli di ossigeno inferiori nelle altitudini elevate. Per evitare l’insorgere della patologia, evitate gli alcolici, bevete molta acqua e non esagerate con l’attività fisica il primo giorno di vacanza. Potete prendere anche un farmaco chiamato acetazolamide un giorno prima della scalata e per i primi giorni della vacanza.

Cinetosi

Che siate in nave, aereo o in auto, la cinetosi può colpirvi comunque. Quali sono le cause di questa malattia e che cosa si può fare al riguardo?

La cinetosi è dovuta alla confusione del cervello che percepisce il movimento attraverso l’udito e gli altri sensi, ad eccezione della vista. Questa incongruenza scatena nausea, vomito e vertigini. Se vi trovate in barca, salite sul ponte in modo da vedere l’orizzonte, mentre se siete in macchina sedetevi sul sedile anteriore e fissate la strada.

Esistono degli altri accorgimenti, come mangiare qualcosa di solido prima di partire, evitando i liquidi. Possono essere usati anche dei farmaci specifici, sotto forma di gomme da masticare o rimedi naturali come lo zenzero.

Scottature solari

Ragazze prendono il sole in spiaggia

Prendere il sole a bordo piscina o su una bella spiaggia di sabbia bianca è l’ideale per una vacanza perfetta, ma una scottatura dolorosa può rovinarvi completamente il viaggio. Portate sempre con voi una crema solare e un balsamo per le labbra con un fattore di protezione superiore a 30.

Se poi ci si scotta, un bagno in acqua fredda o impacchi con un panno bagnato, possono alleviare il dolore. Importante applicare una crema idratante, bere acqua e stare lontani dal sole fino a quando la pelle non è completamente guarita.

Punture di medusa

La puntura di una medusa può essere estremamente dolorosa. Se dovesse accadere e vi trovate in zone non tropicali, lavate la zona con acqua per neutralizzare il veleno. Nelle zone tropicali usate l’aceto non l’acqua. Usate la crema da barba o il sapone se l’aceto non è disponibile. Strofinate una carta di credito sopra la zona per rimuovere eventuali pungiglioni e quindi riapplicare l’aceto.

In alcune zone del sud-est asiatico, la puntura delle medusa può essere addirittura fatale. Se avvertite difficoltà a respirare, un dolore al petto o un dolore molto intenso nella zona colpita, bisogna chiedere aiuto immediatamente.

Punture di insetto

Le punture di insetto non sono solo fastidiose ma possono portare delle malattie molto serie. Ad esempio le zanzare possono diffondere febbre, malaria e dengue. Per ridurre le probabilità di essere punti, indossate camicie a maniche lunghe, pantaloni lunghi e un cappello. Infilate la camicia nei pantaloni e utilizzate repellenti per insetti sotto forma di creme o spray.

Suggerimenti finali per una vacanza sicura

Se state facendo una vacanza internazionale, prendete ulteriori precauzioni per proteggervi dalle malattie da viaggio. È estremamente importante informarsi per tempo circa le vaccinazioni consigliate e muovetevi comunque con largo anticipo, perché alcune vaccinazioni non sono facilmente disponibili.

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento