Il castello di Frankenstein

Vi siete mai chiesti come ha fatto Mary Shelley ad immaginarsi una storia così incredibile come quella del mostro di Frankenstein? Radu Florescu, uno storico rumeno, questa domanda se l’è posta e nel 1966 intraprese uno studio per individuare il modello al quale si sarebbe ispirata l’autrice.

Johann Konrad DippelIl candidato più probabile è Johann Konrad Dippel, un alchimista tedesco vissuto a cavallo tra il 600 e il 700. Mary Shelley visitò il Castello di Frankenstein nei pressi di Francoforte dove Dippel era nato e vissuto, qualche mese prima della pubblicazione del suo capolavoro.

Dippel era tristemente conosciuto per aver eseguito degli esperimenti raccapriccianti, utilizzando parti del corpo umano, rubate al cimitero di Nieder-Beerbach.

Gli abitanti del luogo s’infuriarono per questi furti e diffusero delle voci ancora più inquietanti sulla figura di Dippel. Si diceva che fosse il fratello del diavolo e che avesse rubato i corpi dal cimitero per creare un mostro.

In realtà i resti umani servivano per la preparazione di un elisir di lunga vita, l’olio di Dippel, ottenuto attraverso la macerazione di ossa con acido prussico, un potente veleno.mostro di frankestein

Dippel si dedicò poi alla ricerca alchemica dell’oro, in un laboratorio a Berlino, per poi finire in carcere in un isola danese per 7 anni a causa della sua attività politica. Nel 1734 morì d’infarto nel castello di Wittgenstein, nei pressi di Bad Berleburg. I suoi amici più cari sostenevano che morì per avvelenamento, per mano sua o per quella di qualcun altro, questo non è chiaro.

Oggi, il castello di Frankenstein è in rovina, rimangono solamente due torri, una cappella e un ristorante. Tuttavia il legame con il romanzo di Mary Shelley lo ha reso una meta molto popolare, soprattutto durante Halloween.

halloween party

La notte delle streghe non è particolarmente sentita in Germania ma la presenza di soldati americani, di stanza nella zona per oltre 40 anni, ha trapianto la tradizione nella zona.

La festa di Halloween nel castello di Frankenstein attira oltre 15.000 visitatori ogni anno. Persone vestite da demoni, vampiri e altri mostri spaventosi si aggirano per tutta la notte nel castello e nelle aree limitrofe. Purtroppo non è possibile portare i propri bambini perché l’evento è vietato ai visitatori al di sotto dei 15 anni.

Durante tutto il resto dell’anno è possibile esplorare il castello in autonomia, mentre una visita guidata costa circa 75 €. Munitevi di scarpe comode perché il parcheggio è abbastanza distante dalle rovine del castello, circa 30 minuti attraverso un ripido sentiero.

rovine del castello

Il termine Frankestein significa “la pietra dei Franchi”, il nome della famiglia che rivendicò la terra dove sorge il Castello. La costruzione risale intorno al 1250 ed è rimasto alla famiglia di Frankenstein per oltre 400 anni. Nel XVII secolo il castello divenne una caserma per soldati in pensione, per poi essere restaurato intorno al XIX secolo. Un intervento che ne sconvolse la struttura originale con l’aggiunta di elementi gotici.

A proposito dell'autore

Luca Terribili

Mi piace molto viaggiare ma le classiche mete da turista mi annoiano un po'. Ho sempre avuto una passione per i luoghi insoliti e le storie misteriose.

Lascia un commento